Progetto Fami 17 “Il filo di Arianna”

Un Progetto per i Minori Stranieri Non Accompagnati

Secondo i dati del Ministero dell’Interno in Sicilia risiedono attualmente 3.045 Minori Stranieri Non Accompagnati. Si tratta di minori che non possiedono cittadinanza italiana o dell’Unione europea, che si trovano in territorio siciliano, privi di assistenza e di rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per lui legalmente responsabili.

In Sicilia esistono 61 strutture di primissima accoglienza per MSNA, per un totale di 2375 posti disponibili. Si rende pertanto necessario il potenziamento del sistema di primissima accoglienza per minori stranieri non accompagnati con l’attivazione di nuove strutture, che favoriscano un’accoglienza protetta e che rappresentino per i minori non accompagnati un punto di partenza per il loro inserimento nella comunità.

Il Progetto Fami 17

Il Progetto Fami 17 “Il Filo di Arianna” (a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2021-2027 FAMI- Obiettivo specifico 1 -Asilo), gestito dalla Cooperativa “Opera Prossima” s.c.s., con i partner Consorzio Umana Solidarietà s.c.s., il Comune di San Michele di Ganzaria, il Comune di San Cono, la Coop.“Fate bene Fratelli” s.c.s., il Comune di Siracusa, prevede il potenziamento del sistema di primissima accoglienza per minori stranieri non accompagnati con l’attivazione di una struttura da 25 posti nel Comune di San Michele di Ganzaria e una struttura da 25 posti nel Comune di Siracusa. Presso le strutture saranno garantiti al minore un alloggio protetto e tutti i servizi necessari alla propria sussistenza.

Presso le strutture predisposte dal Progetto, associati alla fase di accoglienza, sono previsti altri servizi a favore dei minori immigrati, quali laboratori di alfabetizzazione o laboratori creativi. Tali servizi puntano a favorire il processo di crescita e adattamento del minore non accompagnato nel nuovo contesto territoriale.

Il Filo di Arianna

Il Progetto, mettendo in campo questa rete di servizi, si pone soprattutto l’obiettivo di favorire l’integrazione del minore nella nuova realtà e di incoraggiare un processo di maturazione.

Il nome del Progetto “Il Filo di Arianna” richiama proprio il concetto di integrazione, in quanto è metafora del filo invisibile che lega tutti gli esseri umani: il filo di Arianna è un legame di solidarietà che conduce ad accogliere il prossimo con amore fraterno.

L’obiettivo del progetto è, dunque, quello di garantire, attraverso la creazione di una rete territoriale di supporto, un’accoglienza aperta e solidale nei confronti del minore, che tuteli  i suoi diritti primari, quali il diritto all’istruzione, alla salute e il diritto di essere protetti da maltrattamenti e abusi.

Per contatti ed informazioni: fami.ilfilodiarianna@operaprossima.it